mondovistodaunpuffon | Anche io disobbedisco! | Il Cannocchiale blog Being a free blogger
.
Annunci online

mondovistodaunpuffon

Being a free blogger

personalmente 22/11/2008

Ecco il mio modo, un pò buffo e molto dilettantistico (vista la qualità della foto), di aderire alla campagna FreeBlogger.
Altri "colleghi" più bravi di me hanno argomentato in maniera aulica la loro adesione alla campagna.
Io sono un free blogger (lo sono sempre stato, basta "sfogliare" questo blog) perchè credo che la libertà d'espressione e d'informazione non debba e non possa essere limitata. Nè da un Levi nè da un Cassinelli nè da qualunque altro politicante che, non potendo controllare la Rete vorrebbe limitarne la libertà costruendo dei paletti assurdi.
Ognuno è libero di scrivere quello che vuole e se abusa della Rete (ad esempio diffama) è giusto che venga perseguito, ma non si può costringere un popolo di scriventi per hobby a diventare degli operatori della comunicazione. E' inconcepibile solo pensare che per scrivere bisogna essere registrati e dare dei soldi allo Stato. La prossima mossa quale sarà? Contare le righe lette e farci pagare un tot a battuta? E poi? Dovremo pagare pure per scambiare quattro chiacchere al bar?

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. levi cassinelli campagna freeblogger

permalink | inviato da Puffon il 22/11/2008 alle 15:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

Fantanotizie!

giornalettisticamente 20/11/2008

Cari lettori\visitatori, vi sto trascurando troppo perchè sto avendo poco tempo e concentrazione per scrivere su questo blog.Per cui ora vi lascio un pò più di spazio. Ri-propongo (nel senso che propongo un'idea, "scopri il cronista che c'è in te", in maniera un pò diversa) un'idea: scrivete una fantanotizia!
Cos'è una fantanotizia? Una notizia che parte da fatti reali e poi sbarca su mondi e situazioni di fantasia.


Esempio: L'esplosione di Facebook.

Sembra inarrestabile l'esplosione del noto social network "facebook" in Italia.Moltissimi net users infatti, hanno una propria pagina e passano molto tempo sul sito. Ormai i social network superano, per numero di visite, i siti porno.Quali saranno le contromosse dell'industria del porno mondiale? Hanno forse in mente un social porn network? un dick\pussy book (non essendo più la "face" il fulcro del network stesso è facile immaginare quale parte del corpo possa esserlo)? Staremo a vedere come si muoverà quest'industria che, con internet, è costretta a inventarsi nuovi modi per..vendere e molte posizioni (markettistiche) da prendere.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. fantanotizie facebook porno

permalink | inviato da Puffon il 20/11/2008 alle 12:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

In silenziosa clandestinità..

personalmente 14/11/2008

Non credevo neanch'io che sarei riuscito a scrivere  due righe su questo blog, non così "presto", eppure eccomi qui a sputare un po' di umore grigio sul web.
Chiedo scusa a tutti i lettori,cioè ri-autori (perchè rileggendo i post diventano autori) se è da alcune settimane che non curo le sezioni "giornalettisticamente" e "politicamente". Sto avendo molto da fare ultimamente ho pochissimo tempo per buttare giù le solite 4 "cazzate".
Vi scrivo da un internet point, da Lambrate dove ho preso una camera d'albergo fino a domani.
Sarei qui per lavorare, credevo di avere una spinta emotiva forte per poter fare 2 mesi in solitudine qui ma la piccola spinta s'è affievolita.. Chiamatemi codardo, vigliacco, sprecone,mammone, bamboccione  ma non sono attualmente convinto che farmi 2 mesi qui mi serva a qualcosa se non a mettere 2 o 300 € da parte. Da giù chiunque si mangerebbe le mani sapendo la retribuzione, magari solo sapendo che c'è questa possibilità.
Ero salito convinto anch'io di questo, ma per una piccola deficenza mia (mai guidato un ciclomotore) l'opportunità di lavoro è mutata.Ora dovrei lavorare in un centro di smistamento, sebbene io sia sempre stato capace di "farmi piacere" ogni tipo di lavoro (l'anno scorso ho impacchettato regali da volontario) per questo serve un qualcosa di più.
Ho invece qualcosa di meno, la depressione (se così si può chiamare) dopo avermi regalato settembre e ottobre pieni di idee e cose da fare è tornata feroce a farsi sentire. E' tornata senza cuore appena mi ha visto solo per giorni a camminare in silenzio sotto la pioggia di Milano.
Tornare giù significherebbe mettere una volta per tutte la testa sui libri e farla finita con la ricerca di "un lavoro", perchè sarebbe stupido rinunciare a questo e poi cercarne altri..
Con questi dubbi vi lascio, sperando che la lettura di questo post non vi annoi più di tanto.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. lavoro milano precariato inscurezza depressione

permalink | inviato da Puffon il 14/11/2008 alle 12:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

Un ciao lungo quanto un arrivederci.

diario 8/11/2008

Lettori e lettrici, amici e critici,salutari o abitudinari, lesi o indifferenti insomma cari visitatori\autori passivi di questo blog vi scrivo queste 2 righe di saluto. Dove vado? Beh per 10 giorni sarò a Milano, poi staremo a vedere. Come non mi sono sbilanciato affermando cose certe "dal vivo" con tutti, non lo farò qui. Ho imparato sulla mia pelle che, specie nel mondo del lavoro, non c'è alcuna sicurezza.Anche se si ha la certezza di avere il posto, bisogna sempre considerare gli imprevisti. E gli imprevisti, degni di questo nome, non si possono calcolare.Non è questione di sentirsi la sfiga addosso o del contrario, la fortuna esiste ma bisogna essere più forti di essa per non perdere ogni battaglia. Spero che questa mia partenza, non smuova nulla qui in Calafrica del nord. Specie negli ambiti lavorativi, la mia timida assenza verrà presto rimpiazzata da una persona più loquace e propositiva,meno sfigata e anticonformista.

Nota di servizio: gli amici del Consorzio ancora non mi hanno inviato alcunchè, sono quindi costretto a mettere le "mani avanti" e a sospendere il post in cui si parla di loro.Siccome non c'è nulla di concreto ma solo un accordo verbale, finquando il capitolo non sarà definitivamente chiuso preferisco "nascondere" il post. Di persona mi hanno garantito, in presenza di altre 2 persone, che non ricorreranno alle vie legali per quanto avevo scritto, io però (essendo nato qualche giorno prima rispetto a ieri) preferisco così.Loro hanno il post stampato, per cui a poco vale modificarlo e\o cancellarne delle parti. Io credo sia meglio, come ho detto sin dall'inizio, se mi mandano una rettifica. Su cui non apporrò alcun tipo di modifica, possono quindi scrivere quello che vogliono su questo blog e su di me.

Probabilmente tornerò qui a casa a fine mese, a quanto sentito al Consorzio quella mattina a breve faremo l'esame e per quella data spero sia tutto archiviato.

Che resta da dire? Che la vita nelle ultime settimane mi ha aperto tutto il sipario del suo teatro, ingrandendo l'occhio di bue su di me e mettendo nei primi posti della platea non solo persone nuove ma anche la famiglia e situazioni un pò complesse.Adesso la vita mi mette difronte ad un'altra prova di maturità: dovrò cavarmela da solo (sebbene possa contare su appoggi di amici e conoscenti), ce la farò? Saprò reinventarmi una vita da 0 (o quasi, visto che in fin dei conti se tutto va come credo starò fuori solo 3 mesi)? Chi lo sa! I miei genitori sperano di sì ma hanno delle riserve, i miei amici (quelli più ottimisti e meno invidiosi o critici) credono che in qualche modo ci riuscirò, io sinceramente non lo so. Me la sono sempre cavata,e so che posso farcela ma non escludo imprevisti o sconfitte. Avrei voluto salutar meglio tutti, specie gli amici (alcuni dei quali non sanno della mia partenza, anche per colpa mia) ma non c'è stato verso. Bene così, un arrivederci troppo sentito probabilmente avrebbe sottinteso un'assenza più prolungata.

All'inizio della settimana m'è arrivata una lettera dal Quotidiano: la retribuzione dei primi 3 mesi di quest'anno che, aggiunta all'articolo uscito martedì, creano le condizioni per il conseguimento del tesserino da pubblicista. Servono infatti 2 anni di collaborazione retribuita (nel mio caso 2007 e 2008, ma avevo iniziato a scrivere da prima) presso una testata e 64 articoli (il numero varia da Regione a Regione) con un periodo di inattività non superiore ai 2 mesi (quindi, anche se non dovessi scrivere niente da oggi fino al 31/12, non dovrebbe comportarmi nessuna complicazione). Io ho scritto mediamente dai 6/8 articoli al mese con la stagione pallavolistica in corso (cioè per 8 mesi continuativi),a questi si sommano gli articoli fuori stagione e quelli su altri argomenti. Insomma, sulla carta ho tutto in regola,spero che a marzo\aprile del prossimo anno non mi facciano problemi a Catanzaro.Staremo a vedere.
Intanto, per ora, vi saluto!



Dal nulla a denti stretti

diario 5/11/2008

Cari lettori, è un bel pezzo che non mi scrivevo più niente. Ho ancora in cantiere un post su un test preselettivo di un concorso che sono andato a fare a Bologna, che già s'accavallano altre cose da scrivere in tutt'e tre le sezioni: giornalettisticamente (più o meno su Montalto,saltato agli onori della cronaca per un "raid" ad un campo scout),politicamente (sullo scatafascio dello Stato e sull' elezione di Barak Obama) e personalmente (un piccolo report sui viaggi verso bologna ed altro).
E' questa l'occasione per spiegare le tre sezioni di questo blog.Intanto, e lo ripeto, è un diario personale e non ha alcuna pretesa di essere un sito informativo, nella sezione personalmente lascio che le dita raccontino e\o dicano tutte le cazzate  che penso, che mi capita nella sfera personale.
Nella sezione giornalettisticamente, do una parvenza quasi giornalistica alle cazzate che scrivo , infine nella sezione politicamente scrivo le mie timide idee politiche e le riflessioni su quanto accade nel mondo politico. In ogni caso si tratta di riflessioni, pensieri puramente personali e nient'altro, quando pubblico qualcosa su testate registrate e forum faccio molta più attenzione a quello che scrivo.


Mi preme, per puro diritto di replica (oltrechè per una questione di trasparenza e lealtà intellettuale), dare l'assoluta priorità ad una rettifica.
Ebbene, dopo il Quotidiano ora è il Consorzio Media Valle Crati che, giustamente, si lamenta di ciò che ha trovato scritto su questo blog.

Ho scritto una buona dose di inesattezze,e di frasi se non diffamanti quanto meno sibilline, capaci di far intendere e fraintendere lo stesso senso delle cose dette.
Prego pertanto il presidente del Consorzio,il presidente dell'ass. Roval e gli altri di mandarmi la rettifica e tutto ciò che ritengono di dover precisare.
Intanto c'era un errore madornale sullo status del Consorzio (devo riprendere al più presto i libri! credevo di averle ben chiare queste cose..), e sul corso che ho seguito fino a settembre. E' giusto evidenziare, e l'avrei sicuramente fatto una volta sostenuto l'esame, che queste lungaggini sul corso (in teoria avremmo già dovuto fare l'esame) dipendono solo da Catanzaro e dai suoi mille inceppi burocratici.
Dal nulla insomma arrivano queste righe, a denti stretti perchè nelle ultime 48 ore, ho chiuso occhio solo per 4-5 ore (lorde) facendo più di 2000 km in treno, e mooooolti mooooooolti meno a piedi tra Bologna,Prato e Firenze. A denti stretti lo ero fino a lunedì, perchè ho dovuto gestire casa e fratelli ma ora è tutto rientrato nella normalità.Ottobre m'è volato via dalle mani, questo novembre potrebbe portare qualche grosso cambiamento. Ma di ciò non è bene parlarne in questo post, la cosa più importante da fare nell'immediato, per me, era ammettere l'errore fatto nei confronti del Consorzio e dare subito la disponibilità ad ogni tipo di rettifica.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. consorzio denti stretti rettifica sezioni blog

permalink | inviato da Puffon il 5/11/2008 alle 15:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa